Quali sono le difficoltà più comuni di un viaggio in Giappone?

Quando mi è stato chiesto di proporre un progetto per la stesura di Niko Niko, avevo già le idee ben chiare: un manuale di conversazione che fungesse da trampolino per tuffarsi con fiducia e coraggio nelle dinamiche quotidiane di un viaggio in Giappone.

In pratica, cercavo un modo per donare ai viaggiatori del futuro quel tocco di intraprendenza e indipendenza necessario per vivere un viaggio da protagonisti e non da spettatori.

Volevo farlo in modo originale ma soprattutto miravo a qualcosa di utile, realistico e a portata di tutti.
Per questo motivo ho fuso la mia idea alla passione di Enrico per le statistiche e, insieme, abbiamo creato e somministrato un questionario a un campione di viaggiatori rientrati da poco dal Giappone: le loro testimonianze non solo ci hanno fornito dati preziosissimi ai fini della stesura del libro, ma ci hanno anche fatto sorridere ed emozionare!

Enrico, ora tocca a te!

[Milena]

Obiettivi del questionario

Quali sono le difficoltà più comuni che si possono incontrare andando in Giappone? È proprio quello che abbiamo chiesto ai nostri intervistati attraverso il nostro questionario.

Tante curiosità, posti preferiti, cibi migliori e peggiori!

Tutti gli “intervistati” hanno voluto condividere con noi (e con te!) i ricordi più belli del viaggio, le esperienze più divertenti e anche le cose più strane vissute in un viaggio che in qualunque modo non può che conquistare!

Non resta che mettersi comodi e spulciare insieme tutte le nostre domande e curiosità e vedere i “numeri” che sono venuti fuori. Alcuni sono prevedibili, ma non mancano tante sorprese!

Qualche informazione sui nostri intervistati

Per un attimo siamo seri, e parliamo come se fossimo dei veri “statisti”. Il campione che ha contribuito alla raccolta dei dati è eterogeneo per età, sesso e livello di conoscenza della lingua giapponese. Questo rende la raccolta dei dati molto trasversale e inclusiva.

Ok, basta: in pratica non abbiamo posto dei paletti e i nostri intervistati erano sia giovani che adulti, lavoratori, autonomi, single, coppie… Chiunque fosse stato in Giappone e fosse o non fosse appassionato di questo mondo così speciale.

Di conseguenza, il campione che si è formato può  tranquillamente rappresentare, in modo statistico e in maniera molto precisa, ciò che pensano gli italiani sul Giappone, quali sono le maggiori difficoltà e cosa piace di più e cosa meno durante il viaggio.

grafico età - questionario di viaggio in giappone

Il caso ha voluto che una netta maggioranza di intervistati che sono andati in Giappone rientrino nella fascia d’età tra i 30 e i 45 anni (un buon 69.5% del campione). Quasi più equa, invece, la distribuzione nelle altre due fasce di età: 13.7% tra i 18 e i 29 anni e 16.8% over 46.
Per noi il viaggio non ha età, ancor meno se la destinazione è il Giappone!

Non abbiamo chiesto il sesso ai nostri “intervistati” perché per noi è irrilevante ai fini del viaggio e in rapporto alle domande fatte.

Livello di conoscenza del Giapponese

Abbiamo però chiesto se ci fosse una conoscenza pregressa minima della lingua, ponendo una scala di valore da 0 (per niente) a 5 (molto bene).
La maggior parte dei nostri intervistati – 57.3% – si colloca tra un livello di conoscenza 0 e 2.
Un buon 24% parte già da una conoscenza discreta, che autodefinisce con un livello 3.
1 su 10 ritiene di conoscere già molto bene il giapponese.
Della serie: in Giappone si va anche solo comunicando a gesti, pur di andarci! E come darvi torto!

grafico conoscenza giapponese - questionario di viaggio in giappone

Curiosità: a quando risale il viaggio?

Una curiosità: la maggior parte degli intervistati è stato in Giappone prima del famoso 2020: 6 persone su 10 ci sono state prima dell’esplosione della pandemia dovuta al Covid. Addirittura uno di loro ci è stato a cavallo, che fortuna!
Si sa, che col passare del tempo i viaggi in Giappone torneranno ad aumentare, quindi il dato per noi è irrilevante ai fini del questionario e della statistica: per noi è solo una piccola curiosità, ma ci piaceva fare questo grafico qui sotto e l’abbiamo pubblicata lo stesso!

grafico anno del viaggio - questionario di viaggio in giappone

Tipologia delle domande

Entriamo nel vivo del questionario. Abbiamo posto ben 30 domande, molte delle quali prevedevano una scelta singola tra diverse opzioni. Nessun intervistato è stato maltrattato durante il questionario, nonostante il numero di domande possa far credere il contrario!

Alcune di queste invece concedevano anche la possibilità di avere più risposte per la stessa domanda.
Per dare poi la possibilità ad ogni intervistato di poter personalizzare molto il suo contributo alla nostra indagine, abbiamo previsto diverse domande a risposta aperta. Da queste risposte abbiamo scoperto tante bellissime curiosità, che siamo felici di poter condividere con te!
Ma fare i grafici ci ha fatto impazzire!!

Statistiche dal Giappone

Domanda 1

Qual è la prima cosa che ti ha colpito una volta fuori dall’aereo in Giappone?

3 opzioni + “altro”, possibile risposta multipla

grafico prima cosa che ti ha colpito - questionario di viaggio in giappone

La domanda prevedeva di base 3 risposte, che hanno ricevuto questa distribuzione nel questionario:

  • 52.5% un’immagine
  • 31.7% dei suoni
  • 15.8% dei profumi

Tra le varie risposte ricevute oltre a quelle predefinite, riportiamo quelle più particolari e divertenti:

  • L’organizzazione impeccabile di tutto
  • Il silenzio e la pulizia dell’aeroporto
  • Ordine e gentilezza
  • L’omino guida
  • I bagni
  • La moquette pulita
  • Il caldo dell’estate giapponese
  • Il monte Fuji
  • Gli alberi
  • Il water dell’aeroporto
  • Atmosfera

Le 4 domande successive sono prettamente legate alla fase di sbarco e controllo passaporti, in aeroporto.

Domanda 2

È stato complicato fare il controllo dei passaporti?

Risposta chiusa, 2 opzioni

grafico controllo passaporti - questionario di viaggio in giappone

Il grafico si commenta da solo: superare il controllo dei passaporti non è complicato (ha ottenuto ben il 95% di risposte), non deve quindi generare ansia o tensione! Possiamo dormire sogni tranquilli (anche durante il volo).

Domanda 3

Hai compilato la carta di sbarco:

4 opzioni, risposta chiusa

grafico compilazione carta di sbarco - questionario di viaggio in giappone

Per chi durante il volo non ha dormito per la preoccupazione del controllo passaporti, beh, ha avuto tanto tempo per compilare la carta di sbarco! Infatti, poco più della maggioranza (54.5%) ha compilato la carta di sbarco direttamente in aereo durante il volo. Questa procedura era molto in uso prima del Covid, quando la carta di sbarco veniva distribuita già dal personale di bordo durante il volo. 

Dormi durante tutto il volo? Non c’è problema! C’è anche la possibilità di compilare la carta di sbarco online, cosa che ha fatto il 21.8% dei nostri intervistati, al pari di chi, al contrario, l’ha compilato “all’ultimo minuto” in aeroporto, una volta atterrati! Dal Covid in poi la procedura più adottata è quella della compilazione online, per cui si consiglia di informarsi prima della partenza.

Domanda 4

In che lingua si è rivolto a te il personale aeroportuale?

3 opzioni, risposta chiusa

grafico lingua ispezione - questionario di viaggio in giappone

Nella maggioranza delle casistiche, la lingua inglese è la più usata al momento dello sbarco e al momento del controllo dei documenti. Il personale aeroportuale dopotutto è formato per rivolgersi ai passeggeri in lingua inglese, per cui troverete sempre qualcuno che riesca a comunicare con te.
È comunque significativo il dato di quasi un 11% di viaggiatori che ha incontrato un personale aeroportuale che ha interagito in giapponese.

Solo un 1% dichiara di aver trovato del personale che ha comunicato nella sua stessa lingua, che presumiamo fosse l’italiano. Qualcosa non quadra!

Domanda 5

Come hai effettuato la procedura di ispezione passaporti/foto/impronta digitale?

3 opzioni, risposta chiusa

Le 3 opzioni possibili che portano alla conclusione della procedura di ispezione passaporti sono: attraverso una macchinetta automatica, con il personale aeroportuale, oppure in via ibrida in due fasi, prima con il personale e poi con la macchinetta.
La metà dei nostri viaggiatori intervistati ha effettuato l’ispezione con il personale.
Della restante metà, il 32,3% ha seguito le due fasi del controllo, con personale prima e con la macchinetta poi. Solo una minoranza, il 17,2% ha fatto tutto in autonomia, con la macchinetta automatica. Molto dipende anche dall’organizzazione dell’aeroporto in cui si atterra.

grafico procedura ispezione - questionario di viaggio in giappone

Domanda 6

Per avere Yen:

3 opzioni, possibile risposta multipla

Le possibilità più comuni sono: cambiare i soldi in Italia prima della partenza; cambiare i contanti una volta in Giappone; prelevare agli ATM locali in Giappone; pagare direttamente con la carta.

Questa domanda prevedeva più risposte, per cui i dati non sono ripartiti tra le 4 opzioni, ma ci sono sovrapposizioni. Il dato più rappresentativo va quindi individuato negli estremi: la maggior parte degli intervistati parte con gli Yen già in tasca dall’Italia (un buon 57.8%). Solo il 24.5% invece li cambia quando arriva in Giappone.
Molto frequente che si prelevi poi in Giappone (50%) o che si paghi con la carta (47.1%). Una volta lì ci piacerebbe comprare di tutto, quindi gli Yen non bastano mai. La tua banca ti ringrazierà.

grafico cambio yen - questionario di viaggio in giappone

Domanda 7

Hai mai avuto problemi con la carta?

3 opzioni, risposta chiusa

Quasi la metà dei viaggiatori (49%) non ha avuto particolari problemi ad usare la carta per i pagamenti in Giappone. Tuttavia è significativo il fatto che non sia un dato schiacciante: la restante metà in effetti segnala qualche tipo di difficoltà nell’usare la carta. Talvolta perché i negozi non la accettavano (e preferivano i contanti, nel 24% dei casi) oppure per difficoltà con il circuito che ne impediva il corretto utilizzo (27%). Il contante piace tanto ai Giapponesi.

grafico problemi con carta - questionario di viaggio in giappone

Domanda 8

Eri in possesso di un Japan Rail Pass?

3 opzioni, risposta chiusa

grafico possesso JRP - questionario di viaggio in giappone

Soprassedendo sul povero 1% che non conosceva questo fantastico strumento a disposizione per i turisti, la maggioranza degli intervistati che lo conosce lo ha effettivamente acquistato e usato: il 67,6% contro un 31.4% che invece non l’ha acquistato.
Il dato importante da prendere in esame qui è che la maggior parte sa dell’esistenza del Japan Rail Pass. Chiaramente molto dipende da quanto tempo si starà in Giappone: per viaggi di 1 settimana o poco più, raramente ci si sposterà di tanto dalla città di destinazione. Su viaggi più lunghi, da almeno 2 settimane, si può pensare di sfruttarne i suoi vantaggi per spostarsi come dei pazzi da nord a sud macinando km per vedere il più possibile.

Alzi la mano chi non lo ha mai fatto! Ah sì, il povero 1% che non conosce il Japan Rail Pass.

Domanda 9

Hai mai prenotato un posto su uno Shinkansen?

3 opzioni, risposta chiusa

grafico prenotazione shinkansen - questionario di viaggio in giappone

Beh, chi ha preso il Japan Rail Pass quasi sicuramente avrà usato uno Shinkansen! E infatti è così: il 73% lo ha prenotato e ha giovato della sua super efficienza e grande velocità! Per tutti gli altri, ci sarà occasione appena tornerete in Giappone!

Domanda 10

È stato difficile attivare il Japan Rail Pass?

3 opzioni, risposta chiusa

La risposta è: no, non lo è stato! Per chi ce l’aveva, la totalità dei viaggiatori non ha avuto difficoltà ad attivarlo. La parte restante degli intervistati non aveva il Japan Rail Pass.

Domanda 11

Qual è il mezzo che hai trovato più comodo per gli spostamenti?

3 opzioni, risposta chiusa

grafico mezzo più comodo - questionario di viaggio in giappone

Senza dubbio per chi resta in città la metro è il mezzo più comodo per gli spostamenti(58%). Davvero raramente si prenderà un bus (1% dice di averlo trovato comodo). Il treno è il secondo mezzo più comodo secondo il nostro campione (41%). Associato ad un Japan Rail Pass è senza dubbio ciò che ti consente di coprire grandi distanze spendendo poco tempo e denaro. E ci si dorme che è una meraviglia!

Domanda 12

La procedura di acquisto biglietto è:

4 opzioni, risposta chiusa

Poco più di un terzo dei nostri viaggiatori in Giappone ha trovato la procedura semplice anche senza conoscere il giapponese (38.4%). Un altro 35,4% la trova intuitiva. Va da sé che la maggioranza (più di un 73%) ha avuto quindi un’esperienza positiva, senza incontrare grosse difficoltà. È comunque un dato da non sottovalutare quello del 25.3% dei nostri intervistati che ha trovato piuttosto complicata la procedura di acquisto biglietto. Solo per l’1% è stata addirittura impossibile per chi non conosce già il giapponese! Sarà lo stesso 1% che non sapeva dell’esistenza del Japan Rail Pass?

grafico acquisto biglietti - questionario di viaggio in giappone

Domanda 13

Hai acquistato una carta viaggi (suica/pasmo/ecc.)?

3 opzioni, risposta chiusa

grafico carta viaggi - questionario di viaggio in giappone

Solo il 7.8% non conosceva questa possibilità. La maggior parte (61.8%) però di chi la conosceva ha usufruito di questo servizio e acquistato dunque una delle carte viaggi disponibili. Il restante 30.4% non l’ha acquistata pur conoscendola. Da agosto 2023 quasi tutte la carte viaggio fisiche sono state ritirate dal mercato…

Domanda 14

Quali città hai visitato?

4 opzioni fisse + 1 aperta, risposta multipla

Una delle domande più importanti e utili per chi desidera fare un viaggio in Giappone e si chiede quale città visitare. Ricordate quando all’inizio si diceva che alcune risposte erano delle vere sorprese? Ecco, non è questo il caso.
La risposta più ovvia è quasi banale da sottolineare: andare in Giappone senza vedere Tokyo e Kyoto è quasi impossibile! Infatti il 96% e l’82.4% hanno visitato rispettivamente le due città simbolo per eccellenza del viaggio in Giappone.
Se la gioca Osaka con il 68.6%, non male anche Hiroshima con il 46.1% mentre Nara raggiunge un discreto 23.5%.

grafico città visitata - questionario di viaggio in giappone

Sotto il 10% di frequenza invece, vanno anche menzionate:

  • Nagoya (7.8%)
  • Takayama (5.9%)
  • Kobe (3.9%) 
  • Sapporo (3.9%) 
  • Shirakawa-go (2.9%) 
  • Okinawa (2.9%) 
  • Kawaguchiko (2%)

Tra quelle meno frequenti (circa 1% o meno) invece, troviamo:

  • Enoshima
  • Fukuoka
  • Beppu
  • Kagoshima
  • Nagano
  • Nagasaki

Questa non è una classifica delle città più belle da vedere, anzi, ci sono città come Fukuoka o Sapporo ad esempio che sebbene siano poco visitate (almeno dal campione intervistato) sono delle città molto belle del Giappone e che meriterebbero di essere visitate. Molte sono poco conosciute dai turisti e per questo molto meno inflazionate e prese di mira. Molto dipende anche dal tipo di viaggio che si ha in mente, dal tempo a disposizione e dall’itinerario complessivo.

Tante altre città non elencate meriterebbero di essere visitate almeno una volta!

Domanda 15

Quale zona di Tokyo hai preferito?

Risposta aperta

grafico zona tokyo preferita - questionario di viaggio in giappone

Quasi il 70% complessivo delle preferenze si gioca su 4 zone di Tokyo. Nell’ordine, la più gettonata è Asakusa con il 22,5%. Sul podio anche Shinjuku (con il 19.6%) e Shibuya (con il 17.6%). Akihabara tuttavia sfiora il 10%: è tra le zone preferite quasi da una persona su 10.

Meritano una menzione anche Ueno e Yanaka (entrambe col 3.9%) e Ginza, Odaiba ed Harajuku (tutte e 3 con il 2.9%).

Ikebukuro, Koenji ed Omotesando rientrano tra le preferenze del 2% degli intervistati.
Le restanti zone vengono indicate come preferite solo da 1 persona su 100.

Domanda 16

Hai mai avuto problemi nel trovare un cestino dei rifiuti per strada?

3 opzioni, risposta chiusa

grafico cestino dei rifiuti - questionario di viaggio in giappone

Si: è ufficialmente difficile trovare un cestino dei rifiuti in Giappone! Non a caso il 77.5% conferma questa statistica. Solo il 12.7% ci ha detto di non aver avuto problemi a trovarne, per cui non è del tutto impossibile gettare i rifiuti per strada una volta in Giappone!
Ci preoccupa chi non ci ha fatto caso: speriamo non abbia gettato i rifiuti per terra!

Domanda 17

Quali di queste esperienze hai provato?

5 opzioni + 1 aperta, risposta multipla

Le opzioni già previste come risposta erano:

  • Motte in ryokan
  • Bagno in onsen
  • Cervi di nara
  • Battello per Miyajima
  • Terremoto

Tra queste 5, l’esperienza più vissuta è la visita ai cervi di Nara (77.3%), immancabile. Il 58.8% ha anche provato la notte in ryokan e il 51.5% il bagno in onsen. Il 46.4% ha preso il battello per Miyajima e poco meno del 30% ha avvertito una scossa di terremoto!

grafico esperienze provate - questionario di viaggio in giappone

Tra le tante esperienze provate e condivise dai nostri intervistati, ecco le più rappresentative:

  • Tifone 
  • Indossato abiti tradizionali/kimono
  • Cerimonia del tè
  • Escursione in montagna
  • Cena in barca
  • Cerimonia buddista
  • Risciò
  • Manicure
  • Parrucchiere
  • Manga cafè
  • Birreria di Sapporo
  • Fioritura ciliegi
  • Notte nel tempio buddista
  • Cucinare in casa
  • Lezione di sushi in ristorante
  • Campionato di sumo
  • Matsuri
  • Bagno in sento
  • Rito del fuoco in monastero
  • Lezione di calligrafia e sumi-e
  • Sci
  • Giardini Kenrokuen

Oltre al terremoto, dunque, non è mancata l’occasione di trovarsi con un tifone ed è successo ben 4 volte su 100!

Domanda 18

Hai mai sentito un terremoto in Giappone?

3 opzioni, risposta chiusa

grafico avvertito terremoto - questionario di viaggio in giappone

Solo una persona su tre ha avvertito una scossa di terremoto durante il soggiorno in Giappone. C’è poi chi l’ha vissuto senza rendersene conto, ma la maggior parte non ha mai vissuto questa “esperienza”.

Domanda 19

Sentendo una scossa di terremoto:

4 opzioni, risposta chiusa

Coerentemente con quello che era il risultato della domanda precedente, giustamente la maggioranza ha confermato che non ha vissuto questa esperienza. Tralasciando quindi questa fetta di campione che non ha vissuto il terremoto in Giappone, della restante parte la maggioranza non ha avuto alcun timore (53% di loro), il 26% non sapeva cosa fare o come comportarsi e il restante 21% ha avuto paura. Ci sarà stato un terremoto piuttosto forte, allora!

grafico paura terremoto - questionario di viaggio in giappone

Domanda 20

Hai mai chiesto indicazioni ad un passante?

3 opzioni, risposta chiusa

grafico chiesto indicazioni - questionario di viaggio in giappone

Quasi il 55% ha chiesto qualche indicazione ad un giapponese, mentre in 1 caso ogni 4 sono stati gli stessi giapponesi ad offrirsi in aiuto vedendo in difficoltà il turista.

Domanda 21

Come valuti, in generale, l’inglese parlato dai giapponesi?

3 opzioni, risposta chiusa

grafico inglese parlato - questionario di viaggio in giappone

Solo ad un viaggiatore su 4, dei nostri intervistati, è andata bene: avrà incontrato giapponesi che lo hanno studiato per bene! Quasi il 7% invece ha avuto a che fare con un inglese incomprensibile, mentre la maggioranza non ha avuto fortuna, incontrando quasi nel 70% delle volte giapponesi che l’inglese non lo parlano per nulla! Forse qui avremmo dovuto chiedere prima all’intervistato il suo livello di inglese! 

Domanda 22

Qual è stata la tua difficoltà maggiore relativa alla lingua?

4 opzioni, risposta multipla

grafico difficoltà con lingua - questionario di viaggio in giappone

Nessuna difficoltà solo per il 35%, mentre tutti gli altri hanno incontrato almeno una difficoltà. Tra le più frequenti: chiedere informazioni nei ristoranti (30%), chiedere indicazioni (26%) e fare acquisti (9%).

Domanda 23

Qual è il piatto più buono che hai mangiato in Giappone?

Risposta aperta

grafico piatto preferito - questionario di viaggio in giappone

Il ramen è il piatto che ha conquistato più persone: 1 su 3 l’ha eletto come piatto più buono mangiato in Giappone durante il proprio viaggio! Seguono poi il sushi e il sashimi con il 19% e l’okonomiyaki al 13%. In tanti hanno apprezzato la wagyu (8%) e anche il tonkatsu (5%), tanto da eleggerli come piatti preferiti!
Al 3% invece curry, unagi (anguilla), gyoza (ravioli), takoyaki (polpette di polpo), soba (spaghetti di grano saraceno) e udon (grossi spaghetti di grano tenero).

L’elenco prosegue poi con tantissimi altri piatti tipici, che magari non tutti hanno provato durante il proprio viaggio. Tra questi vengono menzionati:

  • Yakitori 2%
  • Omuraisu 2%
  • Ostriche fritte 2%
  • Shabu shabu 2%
  • Shirasudon 1%
  • Pesce palla 1%
  • Nikuman 1%
  • Sukiyaki 1%
  • Tendon 1%
  • Tempura udon 1%
  • Kaiseki ryori 1%
  • Tempura 1%
  • Tsukemen 1%
  • Yakiniku 1%
  • Oden 1%

Domanda 24

Qual è il dolce più buono che hai mangiato in Giappone?

Risposta aperta

grafico dolce preferito - questionario di viaggio in giappone

Per il 23% degli intervistati il dolce più buono mangiato in viaggio è stato il melon pan! Va notato però come per molti, ben il 20% del campione, in Giappone è difficile trovare dolci degni di nota: meglio quelli italiani! Taiyaki (15%) e mochi (13%) superano il 10%, mentre tutti gli altri menzionati non vanno oltre l’8%.
Tra gli altri dolci che ci vengono indicati dai nostri intervistati, troviamo:

  • Gelato 8%
  • Cheesecake 8%
  • Crepes 5%
  • Dorayaki 3%
  • Pancake 3%
  • Manju 1%
  • Fruit sandwich 1%

Domanda 25

Qual è il peggior cibo che hai mangiato?

Risposta aperta

grafico cibo peggiore - questionario di viaggio in giappone

La fetta più grossa delle risposte (ben il 72%) conferma che in Giappone si mangia bene: tutto quello che i nostri intervistati hanno provato era buono, o comunque è piaciuto!
Con alcune eccezioni, ovviamente.
Che questo dipenda dai gusti personali è banale da sottolineare, ma quando un buon 11% è concorde nel dire che è il natto il cibo peggiore provato, io mi fiderei! Provare per credere.

In molti casi, invece, si è trattato di situazioni particolari: magari non è piaciuto il ramen di uno specifico ristorante, oppure qualcosa di strano che solo pochi intervistati hanno avuto “il coraggio” di assaggiare, salvo poi confermare che non è solo strano, ma non incontra i gusti italiani.
Menzione a parte per chi ha voluto provare gli spaghetti naporitan (con ketchup, cipolla, salsiccia, funghi e peperoni): non si fa!
Degli altri cibi menzionati, quelli meno piaciuti sono:

  • Dango
  • Ramen freddo
  • Spaghetti Naporitan
  • Gelato al matcha
  • Monjayaki
  • Pesce a colazione
  • Frattaglie
  • Mochi
  • Dolci

Domanda 26

Qual è la tua bibita giapponese preferita?

Risposta aperta

grafico bibita preferita - questionario di viaggio in giappone

Non tutti si sono appassionati ad una bevanda in particolare: il 23% infatti non ha una bibita preferita giapponese.

La prima bibita però ad entrare in lista con più menzioni è il tè (verde, matcha, ecc.) che mette d’accordo il 19% dei nostri intervistati: quasi ad 1 su 5 è piaciuto al punto da sceglierlo come bevanda preferita. La birra è la preferita del 15%, mentre sotto il 10% troviamo:

  • Fanta in vari gusti 9%
  • Qoo 7%
  • Latte in vari gusti (tè, banana, fragola, cioccolato..) 6%
  • Pocari Sweat 5%
  • Highball giapponese 5%
  • Calpis 4%

Tra quelli meno menzionati, ma che compaiono comunque in elenco, troviamo:

  • Sake
  • Caffè in lattina
  • Strong zero
  • Mogu mogu alla pesca
  • Ramune
  • Yuzu soda

Domanda 27

Hai avuto imprevisti durante il tuo soggiorno?

Risposta aperta

grafico imprevisti - questionario di viaggio in giappone

Gli imprevisti possono capitare in ogni viaggio, i più comuni sono legati ai mezzi di trasporto, qualche ritardo o cancellazione di un volo, oppure il meteo poco clemente. La maggior parte dei nostri intervistati (il 66%) è stata piuttosto fortunata, non avendo riscontrato nessun imprevisto durante il viaggio e la permanenza in Giappone.

Tuttavia, tra chi ha dovuto affrontare almeno un imprevisto, quello più comune è riconducibile alle condizioni meteo. Può capitare infatti in Giappone – in base alla stagione – di imbattersi in un tifone oppure capitare nella stagione delle piogge (che sono molto abbondanti). Il 9% ha avuto questo imprevisto.
Altro imprevisto comune è invece legato ai problemi con la carta al momento del pagamento. Qualcuno un po’ meno fortunato ha addirittura avuto qualche disagio dovuto a dei problemi legati alla salute (magari si è fatto male o ha avuto la febbre). Meglio assicurarsi perché la sanità in Giappone non è gratuita ed è anche piuttosto costosa!
Pochissimi casi di smarrimento di oggetti, che il più delle volte sono stati ritrovati. Raramente ci sono stati dei disagi con i trasporti oppure dei problemi fisiologici che possono capitare a chiunque in qualunque meta o viaggio.
Solo in 1 caso su 100 ci sono stati imprevisti legati ad un terremoto.

Menzione a parte per quanto successo a chi ha viaggiato nel 2020 a cavallo dell’inizio della pandemia da Covid: si tratta infatti di una casistica molto particolare, che ci auguriamo non si ripeta più per le prossime generazioni a venire!

Domanda 28

Che esperienza faresti che in questo viaggio non hai fatto?

Risposta aperta

grafico esperienza da fare - questionario di viaggio in giappone

Il Giappone offre un paesaggio naturalistico davvero molto diversificato e affascinante nelle sue peculiarità. Ogni zona e isola ha le sue bellezze paesaggistiche che sicuramente possono offrire ai turisti diversi spunti di viaggio, per rendere l’esperienza unica e indimenticabile. Forse è per questo che quasi 1 su 3 vorrebbe tornare in Giappone per visitare più posti naturalistici, che sia il freddo nord dell’Hokkaido oppure il clima mite e tropicale del sud, nelle isole Okinawa.

In modo analogo, ma con menzione a parte, c’è un buon 14% degli intervistati che vorrebbe fare un’escursione al monte Fuji, un’esperienza non solo paesaggistica e fisica, ma anche e soprattutto spirituale.

Per chi non è riuscito a farlo già, anche passare una notte in ryokan oppure fare un bagno nelle tradizionali onsen sarebbe un’esperienza da fare nel prossimo viaggio (13% per entrambe).

Come esperienze meno frequenti, che sono al di sotto del 5%, troviamo:

  • Andare al mare e fare un bagno 5%
  • Praticare alcune arti tradizionali giapponesi 5%
  • Indossare un kimono 4%
  • Dormire in un tempio 4%
  • Vedere i ciliegi in fiore 3%
  • Assistere ad un matsuri (festival) 3%
  • Visitare Disneyland 1%
  • Percorrere la strada Nakasendo 1%
  • Visitare il Parco Ghibli 1%
  • Cantare al Karaoke 1%
  • Vedere i tradizionali fuochi d’artificio 1%

Domanda 29

Torneresti in Giappone?

3 opzioni, risposta chiusa

Non serve un grafico per capire che tutti i nostri intervistati hanno risposto di si!

Si può essere non d’accordo su quale sia il posto più bello, il cibo più buono, l’esperienza immancabile da fare assolutamente. Ma la totalità dei nostri viaggiatori intervistati tornerebbe sicuramente in Giappone, senza indugio! Si può interpretare diversamente un dato così nettamente definito?

E allora: quando si parte?

Contattami

Contact Form Giapponese

Vorresti seguire un percorso completo per imparare il Giapponese?

Hai delle domande o vorresti prenotare una Sessione di Orientamento online con me?

Compila il Form con i tuoi dati e la tua richiesta: ti risponderò il prima possibile.

Just sMile!